26
Nov

I benefici della doccia emozionale

I benefici della doccia emozionale.

La shower experience

L’acqua che rigenera: togliere ogni fatica e segno di stress con uno scroscio tropicale o una pioggia fine e delicata… Suggestivi giochi di acqua, colori e aromi che, in alternanza, coccolano, tonificano e regalano nuova vitalità!

Cosa c’è di più piacevole di una bella doccia per togliersi di dosso ogni fatica e riprendere tono e vigore per ripartire con il piede giusto? E se poi ai getti di acqua vengono associati aromi, luci e cambi di temperature, la doccia diventa un qualcosa di più, per dare un benessere totale e completo. Scegliere una doccia emozionale è come scegliere un viaggio dei sogni… vedere nuovi colori che si alternano e si accompagnano ad avvolgenti profumi tropicali o a benefici aromi alpini mentre diversi tipi di getti arrivano sulla pelle più intensi come quelli di una pioggia o più delicati come quelli delle nebbie…

E’ efficace per:

  • Evitare un supplemento di sudorazione alla fine dei percorsi calore, favorendo il raffreddamento completo del corpo.
  • Rinforzare la pelle.
  • Detergere il corpo.
  • Togliere la stanchezza, promuovendo un effetto tonificante sul corpo.
  • Evitare i possibili malesseri del dopo-sauna.
  • Miglioramento della ripresa delle funzioni circolatorie periferiche.
  • Stimolazione le naturali difese dell’organismo.

Controindicazioni:

Non ha alcuna controindicazione.

Bambini:

Non ci sono controindicazioni, anzi, anche i bambini più restii a farsi la doccia, troveranno un approccio divertente per la sane abitudini quotidiane.

I tre getti:

  1. Acqua fredda nebulizzata in finissime particelle con luce blu e aroma di menta rinfrescante.
  2. Doccia tiepida con acqua miscelata a scroscio. Colore neutro e temperatura acclimatante. Il Jolly per ogni percorso.
  3. Doccia calda tipica delle piogge delle foreste tropicali con essenze fruttate e luce arancione.

Come si fa:

  • Una buona doccia porta sempre benessere. Si inizia sempre da ciò che più piace, ma alcune indicazioni aiutano ad abbinare le Shower Experience con i percorsi calore.
  • Se si sceglie di fare la doccia prima del percorso calore, evitare la nebulizzazione fredda e preferire il getto caldo o quello tropicale.
  • Se, invece, si sceglie di fare una doccia dopo il percorso calore si partirà sempre con il freddo per interrompere il processo di sudorazione evitando di perdere ulteriori liquidi e di creare un sovraffaticamento delle funzionalità del corpo. II modo corretto di fare la doccia fredda è quello di partire con il raffreddamento dalla parte più lontana del cuore, per cui, rispettare la sequenza piede e gamba destra, piede e gamba sinistra, mano e braccio destro, mano e braccio sinistro, schiena, addome e, infine la testa. C’è la falsa credenza comune che il freddo faccia male e che sia solo il calore a fare bene. Nei processi di stimolazione corporea, quali i bagni di calore, se non si produce un importante stimolo non si favoriscono i meccanismi di reazione per il recupero della salute. E’ quindi fondamentale favorire questi stimoli. L’acqua neutra, con temperatura vicina alla temperatura corporea (35°-37°) non produce stimoli! Più grande è la differenza di temperatura fra corpo umano e acqua, più forte sarà la stimolazione e la reazione per risvegliare la capacità di auto guarigione del corpo. Si consiglia di iniziare con stimoli medi per arrivare a quelli più forti.
  • Stendersi su una chaise longue Carmenta avvolti in un accappatoio asciutto e attendere che il corpo diventi nuovamente caldo. A piacimento, sostituire il relax finale con del movimento fisico finché il corpo diventi nuovamente caldo.

Leggi anche:

“I benefici dell’dromassaggio”

“I benefici della sauna finlandese”

“I benefici della biosauna”

“I benefici del bagno turco”